Homo Faber

Homo Faber

photo © Alessandra Chemollo
progettista aMDL Michele De Lucchi Architects

Homo Faber, la mostra della Fondazione Cini per riscoprire la bellezza del ‘fatto a mano’. In mostra anche, estremamente evidente, i lightcones di i-Mesh: un allestimento site-specific progettato da Michele De Lucchi.

Quattordici tappe tematiche all’interno di un percorso concepito da progettisti, curatori e architetti di fama mondiale, ognuna delle quali esplora una dimensione diversa dell’artigianato artistico. Dal 14 al 30 settembre 2018 gli spazi della Fondazione Cini sull’Isola di San Giorgio Maggiore a Venezia hanno ospitato Homo Faber, la più grande e ambiziosa mostra sui mestieri d’arte mai realizzata. Si tratta del primo evento culturale di Michelangelo Foundation for Creativity and Craftsmanship di Ginevra, in collaborazione con Fondazione Cologni dei Mestieri d’Arte, Fondation Bettencourt-Schueller, Fondazione Giorgio Cini e Triennale di Milano.

Un’occasione unica per ammirare opere di alto artigianato, installazioni, partecipare a conferenze e laboratori con i maestri all’opera, persino esperire la realtà virtuale per celebrare il meglio del ‘saper fare’ a livello europeo, dai mestieri più rari e tradizionali alle pratiche più innovative e contemporanee. Homo Faber è una manifestazione per riscoprire la bellezza del ‘fatto a mano’ rivolta soprattutto alle nuove generazioni che crescono in un mondo di tecnologie digitali perché, come afferma Alberto Cavalli, co-direttore esecutivo di Michelangelo Foundation, «le mani saranno sempre in grado di fare meglio delle macchine. Più digitali diventano le nostre vite, più analogici saranno i nostri sogni»

©Luca Trombetta x Living Corriere della Sera

MESH SPECIFICATION
One-of-a-kind pattern by Michele De Lucchi Architects

[[en]]Related Projects:[[it]]Progetti Correlati:

ita
/
eng
© 2018 by S. I. Srl All rights reserved - VAT IT02410290429